Attualità

Semaforo verde al nuovo ponte logistico dell’Esercito Italiano

Acquisito per sostituire progressivamente il materiale Bailey che vanta un’ultracentenaria tradizione nell’ambito delle operazioni del genio militare e della cooperazione interministeriale

Passaggio dell'autoarticolato con obice semovente PZH2000 sul nuovo ponte logistico

E’ stato collaudato l'11 maggio all'ex Caserma Artale di Piacenza, il nuovo ponte logistico dell’Esercito, prodotto dalla società Janson Bridging ed acquisito per sostituire progressivamente il materiale Bailey che vanta un’ultracentenaria tradizione nell’ambito delle operazioni del genio militare e della cooperazione interministeriale.

Una poderosa struttura reticolare e modulare, lunga circa 80 metri, che consente il transito ai veicoli militari di classe fino a 120 (ruotati) e 80 (cingolati), è stata montata, in modalità training on the job, sotto la supervisione tecnica della citata ditta, dai Pontieri di Piacenza in collaborazione con altri Reparti della Brigata Genio. Le attività sono durate tutto il mese di aprile ed hanno comportato l’impiego dei mezzi speciali in dotazione ai Pontieri, per il sollevamento del materiale ed il suo assemblaggio.

Il ponte è stato collaudato dal Comando delle Forze Operative Nord di Padova, tramite una prova di carico al passaggio di un autoarticolato portante l’obice semovente PZH2000, per una massa complessiva di circa 85 tonnellate.

«Si tratta di una verifica importantissima ai fini dell’introduzione in servizio del nuovo ponte che sarà impiegato sia in operazioni militari sia in concorso alla popolazione, in condizioni di emergenza e pubblica calamità. Complimenti ai Pontieri per la determinazione e lo sforzo profuso in questa lunga e impegnativa attività addestrativa, per la concentrazione mantenuta sempre ad altissimi livelli nel rispetto del quadro normativo vigente in materia di sicurezza e salute dei lavoratori», ha detto il Generale di Brigata Ivan Cioffi, rappresentante della Direzione del Demanio e dei Lavori del Genio, al termine del collaudo. Con lui presenti sull’area del cantiere anche il Brigadier Generale Daniele Durante, Direttore del Polo di Mantenimento Pesante Nord di Piacenza ed alcuni Ufficiali superiori dello Stato Maggiore dell’Esercito e della Direzione Nazionale degli Armamenti Terrestri accompagnati dal Colonnello Federico Collina, Comandante del 2° Reggimento genio pontieri.

Allegati

Si parla di